NOI CI SIAMO!

26/04/2012

Dal 29 settembre al 6 ottobre, il Pharaons Rally vivrà la sua quindicesima edizione. Andata e ritorno dalle fantastiche Piramidi di Giza, per quasi tremila chilometri nel Deserto Egiziano in sei imperdibili tappe.

In un momento poco favorevole per l'economia mondiale, è bello avere ogni tanto delle certezze. E il Pharaons Rally è una certezza, che dura ininterrottamente da quindici anni e che puntuale si ripresenterà quest'anno davanti alle Piramidi di Giza per celebrare un anniversario importante. Quindici anni che hanno visto tanti campioni sfidarsi in Egitto, in un deserto che è un vero banco di prova per uomini e mezzi, una sfida si perpetua di anno in anno sempre avvincente, appassionante.

Come ogni anno il Pharaons non è mai stato in discussione e sta preparando un percorso che farà sognare i più romantici e che non deluderà le aspettative dei più agonisti. Una sfida tra dune, pietre, piste e fesh fesh che sarà l'atto conclusivo del Mondiale Cross Country Rally moto e la penultima prova della Coppa del Mondo FIA. Il Pharaons 2012 riproporrà la formula introdotta lo scorso anno, con i due bivacchi fissi, che è stata molto gradita da tutti i partecipanti. E questo senza scendere a compromessi riguardo la lunghezza e la varietà della gara, che quest'anno avrà quasi tremila chilometri di prove speciali, “disegnati” dalle sapienti mani dei ricognitori per offrire il meglio del Deserto Egiziano. Quindi due delle sei tappe totali saranno “a margherita”, le altre quattro “in linea”.

Le ricognizioni vere e proprie inizieranno questa settimana e finalmente il percorso, finora “disegnato” sulla carta, prenderà la sua forma definitiva con la successiva stesura del road-book.

Sul fronte delle iscrizioni il Pharaons conferma fin d'ora il grande appeal che esercita sugli appassionati dell'avventura nel deserto: sono infatti oltre quaranta gli equipaggi che si sono già iscritti, approfittando delle condizioni più vantaggiose. La tariffa “standard” durerà invece fino a fine giugno. Sarà in Egitto il team Speedbrain-Husqvarna, con i fortissimi Joan Barreda e Paulo Goncalves. E ci sarà anche il grande ritorno di Luca Manca, in gara con il Team Boano, che torna alle competizioni africane dopo il terribile incidente alla Dakar 2010. Tra le auto i più veloci a confermare la propria presenza sono sono i team Objectif Dunes, il Team Matzker e il giapponese Dr. Keiko. Ma tanti nomi importanti sono attesi quest'anno al Pharaons...

Sempre in tema di certezze: al Pharaons si troverà la consueta atmosfera conviviale “italian style” e l'Egitto è pronto ad accogliere la carovana del rally con la sua tradizionale ospitalità e le sue meraviglie.

Pharaons is different! Sempre!

I 10 “topics” del Pharaons Rally

  • Partenza da un sito unico al Mondo: le Piramidi di Giza
  • Hotel di lusso per partenza e arrivo
  • Bivacchi “5 stelle”
  • Trasferimenti su asfalto ridotti al minimo
  • Quasi 3000 chilometri di percorso in sei tappe
  • Massima attenzione alla sicurezza
  • Due elicotteri sanitari
  • Un team medico di grande esperienza ed efficienza
  • Un'organizzazione attenta alle esigenze di ognuno
  • Un test perfetto per i grandi rally di fine anno