A El Gouna va in scena il Pharaons 2014

19/05/2014

EL GOUNA – Tre giorni di forte vento hanno accompagnato i primi atti del Pharaons Rally 2014. Dopo un’intensa giornata di verifiche amministrative e tecniche ieri, questa mattina è toccato ai top driver passare sotto l’occhio attento dei commissari.

Una giornata indaffarata per tutti, in attesa di scaricare l’adrenalina a partire dal pomeriggio, quando lo spettacolo è andato in scena con la Super Speciale in riva al mare, un tracciato di tre chilometri che ha definito l’ordine di partenza della prima tappa di domani.

El Gouna, la magnifica “self-contained town” poco a nord di Hurgada, ha accolto magnificamente la carovana del Pharaons Rally, ospitata ad Abu Tig Marina che per qualche giorno ha cambiato la sua vocazione di lussuoso porto turistico.

Tra lussuosi yacht e i pittoreschi tok-tok, piccoli taxi che percorrono quotidianamente El Gouna, macchine e moto hanno dato il via allo spettacolo a partire dalle 15.30. Trentasei le moto e quad ammessi alla partenza, quindici le macchine che animeranno il Pharaons 2014. Il più veloce tra le due ruote nella Super Speciale è stato in realtà un quad, quello del polacco Rafal Sonik che ha staccato il miglior tempo di 2’16’’. Alle sue spalle il venezuelano Nicolas Cardona e in terza posizione il boliviano Juan Carlos Salvatierra.

Tra le auto Nasser Al-Attiyah ha messo subito in chiaro le sue velleità, vincendo la Super Speciale con il tempo di 1’54’’ davanti alle due Toyota di Yazeed Al-Rajhi e di Marek Dabrowski.

Domani si inizia a fare sul serio con la prima tappa, da El Gouna a Luxor e una prova speciale di 221 chilometri.